Imposta sul valore aggiunto (IVA)

Introduzione

La fornitura della maggior parte dei beni e servizi nei Paesi europei è soggetta all'imposta sul valore aggiunto (IVA). I publisher con sede nel Unione europea (UE) o nel Regno Unito (Regno Unito) potrebbero essere tenuti a riscuotere l'IVA da alcuni degli advertiser partner.

Riscossione dell'IVA nell'UE e nel Regno Unito

Se si svolge regolarmente un'attività commerciale, probabilmente sarà necessario registrarsi per l'IVA e riscuoterla sulle forniture che si fanno a determinati advertiser. Tuttavia, ci possono essere casi in cui non si è tenuti a riscuotere l'IVA. Questo potrebbe avvenire, ad esempio, se il fatturato annuo è inferiore a un determinato livello stabilito dalle autorità fiscali locali.

 Attenzione

È responsabilità di ogni publisher stabilire se si deve riscuotere l'IVA dagli advertiser o meno. La invitiamo gentilmente a consultare i suoi professionisti contabili e legali a questo proposito.

Numero di identificazione IVA

Se si deve riscuotere l'IVA, si riceverà un numero di identificazione IVA (noto anche numero di partita IVA) come parte del processo di registrazione dell'IVA con le autorità fiscali locali. Sarà necessario comunicarci questo numero tramite il Publisher Manager o in risposta all'email che avremo inviato in cui chiediamo di comunicarci lo stato per l'IVA. Chiunque non avesse un numero di partita IVA al momento del lancio del programma, ma ne registrasse uno in seguito, sarà responsabile del comunicarcelo.

Aggiungere o modificare la partita IVA

Può aggiungere o aggiornare il suo ID IVA nei dettagli del suo conto nel sito Publisher Dashboard:

  1. andare su Account nell'intestazione di navigazione e fare clic su Dettagli account;
  2. scorrere fino alla sezione Dichiarazione fiscale nella scheda Generale per aggiungere il numero di partita IVA.

Quando viene applicata l'IVA?

Se si è soggetti all'IVA, Rakuten Advertising riscatterà l'IVA all'aliquota pertinente per il Paese in cui si risiede dagli advertiser per conto del publisher. Se si è in una partnership con un advertiser che ha sede in un altro Paese, come regola generale la fornitura imponibile è considerata come effettuata in quell'altro Paese. In questi casi non verrà riscossa alcuna imposta per conto del publisher. L'advertiser sarà molto probabilmente responsabile dell'autovalutazione dell'IVA/GST (nota anche come inversione contabile), o di altre imposte sui servizi ricevuti.

Rakuten Advertising non riscuoterà questa imposta dagli advertiser per conto del publisher se non si è soggetti all'IVA.

Dettagli della fattura fiscale

Una volta che gli advertiser partner approvano le commissioni, verrà generata una fattura per ogni mese di calendario durante il quale si sono forniti servizi ai rispettivi advertiser. Anche eventi come un bonus o l'annullamento di commissioni precedentemente accettate dagli advertiser possono portare alla generazione di una fattura fiscale. La fattura fiscale riporta gli importi delle commissioni approvate, delle commissioni annullate e dei bonus concessi dai rispettivi advertiser. A questi importi viene aggiunta l'IVA, ove applicabile.

Generiamo le fatture dei publisher indirizzate agli advertiser tramite la nostra piattaforma, in nome e per conto del publisher. Tali fatture indicano il numero di partita IVA del publisher e quello dell’advertiser. Rakuten Advertising non ha obblighi in materia di IVA in relazione alla fornitura dell'editore-pubblicitario, e pertanto le fatture non contengono il numero di partita IVA di Rakuten Advertising.

 Nota

Ai fini dell'IVA, la fornitura di servizi avviene direttamente tra publisher e advertiser. Rakuten Advertising non fa parte della transazione. Si tratta di un agente che agisce sempre in nome e per conto dei mandanti (un cosiddetto "agente dichiarato"). Per maggiori informazioni, faccia riferimento al Contratto di adesione.

Rakuten Advertising è parte della transazione solo nel caso specifico degli impegni diretti o degli impegni accelerati. In tali casi, le commissioni del publisher saranno fatturate a Rakuten Advertising e non all'advertiser.

Le fatture fiscali publisher sono generate in linea con i requisiti generali di fatturazione stabiliti dall'UE e dalla legislazione sull'IVA del Regno Unito. Tuttavia, lei, in qualità di publisher, è responsabile di verificare i requisiti di fatturazione locali del suo Paese se la fattura IVA generata da Rakuten Advertising non soddisfa tali requisiti. Ad esempio, se ha bisogno di una fattura in una lingua diversa dall'inglese, dal tedesco o dal francese, o di fatture digitali in formato speciale, è sua responsabilità emettere fatture conformi per i servizi forniti, per i suoi registri e per la sua archiviazione IVA.

 Attenzione

Le fatture fiscali del publisher generate da Rakuten Advertising non devono essere considerate come emesse nell'ambito di accordi di autofatturazione ai sensi della normativa UE e della legislazione britannica sull'IVA.

Per ulteriori informazioni

In caso di problemi nell'accesso alle fatture fiscali o per ulteriori domande in merito, si rivolga al publisher manager o all' Assistenza clienti.

Questo articolo è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 0 su 0

Commenti

0 commenti

Accedi per aggiungere un commento.